Prestiti personali senza busta paga poste italiane: migliori offerte e preventivi di Settembre 2022

Indice dei contenuti

Poste Italiane è diventata una banca decisamente al passo con i tempi, riuscendo a garantire delle soluzioni di prestito senza busta paga.
Ma quali sono le opzioni di prestito che si possono prendere in considerazione anche se non si ha una busta paga? Le andremo a scoprire analizzando questi aspetti.

Prestiti Poste Italiane Senza Busta Paga

Poste Italiane offre ai propri clienti la possibilità di andare a richiedere dei prestiti o dei mini prestiti, questo anche se il richiedente non ha un busta paga che può presentare come garanzia.
Sono dei prestiti che vengono caratterizzati da somme mini, ma che conferiscono al contempo la possibilità anche a chi non ha una busta paga di riuscire ad ottenere una piccola somma.

I prestiti di Poste Italiane per poterli ottenere hanno come requisito il fatto di essere in  possesso di un conto BancoPosta o di una carta PostePay o PostePay Evolution.

Specialcash Postepay 

Si tratta di un mini prestito per tutti quelli che hanno bisogno di una piccola cifra per far fronte ad alcune situazioni o per delle spese improvvise, ma non hanno una busta paga da presentare.
La caratteristica che rende questi dei prestiti alla portata di tutti è la possibilità di poterli richiedere senza che si vada a presentare una busta paga.

Anche se la mancanza della stessa non vuol dire che chi va a richiedere prestito non abbia alcun tipo di reddito dimostrabile. Lo deve dimostrare lo stesso, in modo da fare da garanzia al prestito e che gli consenta di rimborsare le rate mensili che verranno pattuite.

Lo SpecialCash PostePay è una soluzione ottima soprattutto per i lavoratori autonomi o pensionati che hanno bisogno di una piccola somma in prestito.

Il mini prestito SpecialCash PostePay può essere richiesto da tutti i clienti Poste Italiane che soddisfino i seguenti requisiti:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni;
  • Essere in possesso di una carta PostePay o PostePay Evolution;
  • Essere residenti in Italia.

Questi sono i soli requisiti che vengono richiesti da Poste Italiane per riuscire a fare domanda per questo mini prestito. Se si è in possesso di tutti i requisiti allora è possibile procedere con la richiesta vera e propria.

Se si fa richiesta di un prestito SpecialCash PostePay si possono ottenere delle cifre che sono comprese tra i 750 Euro e i 1500 Euro e che verranno accreditate direttamente sulla carta PostePay che sceglierete.
Il rimborso della somma del prestito avviene tramite il pagamento di rate fisse mensili che, in base alla cifra che viene richiesta, saranno di 15, 20 o 24 mesi.

Per quanto riguarda la modalità di rimborso del mini prestito SpecialCash PostePay, questo deve essere rimborsato entro 15, 20 o 24 mesi. Il rimborso deve essere fatto con il pagamento di rate mensili di importo fisso.

Mini prestito Bancoposta

L’altra opzione offerta da Poste Italiane per tutti quelli che non hanno una busta paga a dimostrazione del reddito, è il Mini prestito BancoPosta.

Il mini prestito BancoPosta è, dunque, come si capisce dal nome un mini prestito richiedibile da tutti i titolari di conto corrente postale e\o possessori di una carta PostePay Evolution.

Si tratta di un prestito che consente di richiedere una somma che parte da un minimo di € 1000 a un massimo di € 3000. Questo è un mini prestito che ci consente di entrare in possesso di una piccola cifra, per dover far fronte a spese impreviste, avviare dei piccoli progetti o fare degli acquisti urgenti.

Per poter fare la richiesta di un mini prestito BancoPosta, Poste Italiane vi richiede di andare a soddisfare determinati requisiti:

  • Essere titolari di carta PostePay Evolution;
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 76 anni;
  • Essere residenti in Italia;
  • Avere un reddito dimostrabile in Italia.

Questi sono i requisiti classici da dover soddisfare per poter fare domanda per ottenere un mini prestito BancoPosta. Mentre, la documentazione che va presentata insieme alla domanda è:

  • Documento d’identità in corso di validità;
  • Tessera sanitaria;
  • Documento di reddito.

Nel caso foste dei cittadini stranieri dovrete presentare anche questi documenti:

  • Passaporto;
  • Carta di soggiorno o Permesso di soggiorno in corso di validità;
  • Documento che attesti la residenza in Italia da almeno 12 mesi, nel caso di lavoratori dipendenti o 36 mesi, nel caso di lavoratori autonomi;
  • Documento che attesta il lavoro da almeno 1 mese continuativo presso lo stesso datore di lavoro.

Dopo che avrete presentato domanda e documentazione completa, Poste Italiane si prende un po’ di tempo per esaminarli e per procedere con l’approvazione o meno del prestito.
Una volta che si ottiene l’approvazione, la somma che avrete richiesto sarà accreditata sulla carta PostePay Evolution.

Invece, per quanto concerne tutti quelli che sono i termini del rimborso, il mini prestito BancoPosta prevede quella che è la restituzione dell’intera somma in 22 rate caratterizzate da un importo fisso.

L’importo mensile che viene previsto sarà addebitato o sul conto della carta PostePay Evolution o tramite addebito su conto corrente postale. Le rate hanno sempre scadenza il 15 o il 30 di ogni mese fino alla restituzione totale della somma.

Inoltre, tale mini prestito BancoPosta ha anche la possibilità di poter estinguere anticipatamente tutta la somma oggetto del prestito.

In conclusione

Adesso che si conoscono quelle che sono le due opzioni di prestiti Poste Italiane a cui possono fare richiesta tutti i soggetti non provvisti di una busta paga, non vi resta che decidere.

Tutte le possibilità a disposizione sono due: il mini prestito SpecialCash PostePay o il mini prestito BancoPosta. Entrambe consentono di andare a fare richiesta di una piccola somma in prestito e non avranno tra i requisti quello di presentare una busta paga.
Anche se non significa che si tratta di prestiti che vengono offerti ai disoccupati, ma più che altro a tutti i soggetti in possesso di reddito.

Come avete visto, il mini prestito BancoPosta ha il solo requisito indispensabile del possesso di una carta PostePay Evolution. Quindi, tutte quelle che sono le varie modalità di richiesta di tali mini prestiti sono simili e risultano davvero semplici e veloci. Inoltre, in tutti e due i casi, la somma che è soggetto del prestito, viene accreditata direttamente sulla carta PostePay che avrete.