Prestiti per pensionati senza cessione del quinto: migliori offerte e preventivi di Dicembre 2022

Indice dei contenuti

Se vuoi conoscere quali sono i migliori prestiti per pensionati senza la cessione del quinto, sei nel posto giusto. In questa guida ti presenteremo tutte le soluzioni di finanziamento alternative alla cessione del quinto della pensione.

Introduzione

I prestiti per pensionati sono una soluzione di credito molto richiesta negli ultimi decenni. Questo perché spesso rappresentano l’unica fascia della popolazione che riesce a farsi erogare degli importi dalle banche. Gli istituti di credito, infatti, prima di accettare la richiesta di un prestito, devono valutare che il richiedente abbia il reddito necessario per poter ricoprire un prestito. Infatti chi non ha un immobile di proprietà da poter ipotecare, dei beni da impegnare o un’entrata mensile fissa, spesso non riesce ad accedere ad un prestito.

Oggigiorno, sia i giovani che gli adulti, trovano difficoltà ad avere un reddito mensile stabile. Sono molti i precari o i lavoratori con un contratto occasionale o a breve termine. Per tale motivo molte persone che ricercano dei prestiti ricorrono a dei garanti, ossia a delle terze persone che possano garantire la copertura del finanziamento al loro posto.

E sono proprio i pensionati coloro che possono garantire la copertura di un credito per i loro figli o nipoti. Anche se spesso gli anziani possono  chiedere dei finanziamenti anche per l’acquisto di beni o servizi.

Il mercato finanziario è pieno di soluzioni di prestito di ogni tipo. Il più diffuso è sicuramente il prestito con la cessione del quinto della pensione. Ma non tutti i pensionati spesso possono permettersela. E allora scopriamo quali sono i prestiti per pensionati senza cessione del quinto.

Prestiti per pensionati senza cessione del quinto: perché?

Sono molti i pensionati che non riescono ad avere dei prestiti senza la cessione del quinto. Si tratta infatti di una soluzione di finanziamento molto diffusa e forse la prima a cui si rivolgono tutti coloro che hanno ormai da tempo terminato un rapporto di lavoro. Ma si tratta anche di un tipo di credito con molte garanzie e alcuni requisiti che il richiedente dovrà rispettare.

La cessione del quinto consiste nella trattenuta automatica di un quinto del proprio cedolino pensionistico. La trattenuta, relativa al 20% della pensione, rappresenterà la rata che ogni mese il beneficiario del prestito dovrà rimborsare. Avverrà in automatico da parte dell’ente pensionistico e il beneficiario non dovrà fare altro che controllare che tutto sia stato fatto secondo le scadenze e le regole previste dal contratto.

Ma ci sono delle persone che spesso non rientrano in questa soluzione di credito, per questo si ricercano dei prestiti per pensionati senza la cessione del quinto. Infatti la cessione prevede che il richiedente abbia un determinato tipo di pensione. Non possono rientrare nella cessione del quinto i pensionati con pensione di inabilità, con pensione minima o con assegno sociale. Questo perché altrimenti, tolta la trattenuta, il beneficiario resterebbe con un importo della pensione che va al di sotto della soglia minima di sopravvivenza stabilita dallo Stato. Inoltre i richiedenti non dovranno superare i 90 anni al termine dell’ultimo pagamento.

Prestiti per pensionati senza cessione del quinto: prestiti personali

Come abbiamo visto, quindi, non tutti i pensionati riusciranno ad accedere ai prestiti senza la cessione del quinto. Pertanto i pensionati dovranno rivolgersi ad altre soluzioni di prestito.

Tra queste ci sono i prestiti personali. I prestiti personali per i pensionati sono una soluzione senza la cessione del quinto. Si tratta di un tipo di credito al consumo non finalizzato. Quindi non bisognerà specificare il modo in cui si spenderà l’importo ricevuto. La somma ricevuta verrà poi rimborsata alla banca con rate mensili e fisse.

Si potrà richiedere il prestito personale per pensionati presso gli sportello bancari oppure direttamente in via telematica per accorciare i tempi della burocrazia.

Con i prestiti personali per pensionati senza cessione del quinto sarà possibile ottenere delle cifre che raggiungono anche i 30 mila euro. Il piano di ammortamento sarà invece di un minimo di 12 mesi e di un massimo di 120 mesi.

Come ottenere dei prestiti personali

Per riuscire ad ottenere dei prestiti personali per pensionati senza la cessione del quinto, bisogna rispettare dei criteri di ammissibilità. Il richiedente dovrà avere massimo 70 anni e deve dimostrare una capacità di rimborso. Quindi il pensionato dovrà dimostrare una busta paga e di avere anche una dichiarazione dei redditi o un cedolino pensionistico adeguato.

Inoltre i pensionati che richiedono i prestiti personali senza cessione del quinto non dovranno comparire nella Centrale di Rischi Finanziari. Si tratta di un database dove vengono inseriti tutti i cattivi pagatori, ossia coloro che si sono mostrati insolventi nel pagamento di una o più rate di un prestito.

Prestiti per pensionati senza cessione del quinto: la pensione minima

Chi ha una pensione minima non potrà accedere ai prestiti per pensionati con cessione del quinto. Oltre ai prestiti personali di cui abbiamo già ampiamente parlato, si potrà ricorrere anche al mutuo per liquidità. Si tratta di una soluzione di credito ideale per chi ha un immobile di proprietà, come una casa o un terreno, e quindi troverà ancora più vantaggi di un prestito personale. Questa soluzioni vanta infatti dei tassi di interesse minori e le rate potranno anche avere un importo più piccolo.

Un’altra ottima soluzione è il prestito bancario ipotecario vitalizio. Con questa soluzione sarà possibile ottenere un finanziamento anche se non si ha un reddito molto alto. I pensionati, per poterlo richiedere, dovranno avere almeno 60 anni di età e devono essere titolari di un immobile di tipo residenziale. Infatti non si dovrà trattare di un immobile di tipo qualsiasi.

Il pensionato potrà accedere a degli importo molto alti senza che la banca richieda ulteriori garanzie. Dovrà solo rimborsare la quota e garantire l’immobile di proprietà.

Conclusione

Frasi accettare dei prestiti per pensionati senza la cessione del quinto è possibile. Si tratterà in ogni caso di finanziamenti agevolati e vantaggiosi per chi percepisce un assegno pensionistico, anche minimo. Tuttavia, occorre precisare che a volte queste soluzioni di prestito hanno dei tassi di interesse molto alti perché le banche hanno meno garanzie rispetto ad un finanziamento con la cessione del quinto.

Per tale motivo, prima di scegliere la soluzione ideale, sarà meglio recarsi da un consulente bancario per valutare tutte le migliori opportunità di prestito.