Prestiti agevolati pensionati Inps: migliori offerte e preventivi di Settembre 2022

Indice dei contenuti

Oggi, tutti i pensionati che godono di una buona pensione hanno la possibilità di dimostrare dei requisiti e delle garanzie specifiche ad una banca o ad un istituto di credito per la concessione di un finanziamento. Si tratta di forme di finanziamento concesse da banche e finanziarie a coloro che percepiscono una pensione. Infatti, la pensione spesso viene considerata un reddito sicuro.

Il beneficiario del finanziamento, godendo di una buona pensione, non dovrebbe avere delle difficoltà nel provvedere al rimborso delle rate mensili previste dal piano di ammortamento del finanziamento ricevuto. Questa guida ha lo scopo di presentare quali sono le principali caratteristiche e le peculiarità di questo tipo di finanziamento, quali sono gli importi che si possono richiedere e tutti i requisiti necessari.

Prestiti agevolati per pensionati Inps: cosa sono

I prestiti agevolati per pensionati INPS sono dei prestiti che permettono di concedere ai pensionati INPS ed ex INPDAP delle somme di denaro che possono essere più o meno elevate a seconda dei casi. Gli importi che si possono richiedere con questi finanziamenti dai pensionati possono essere infatti più o meno elevati in base alle loro esigenze e alle motivazioni per cui si fa richiesta.

Questi tipi di prestiti vengono definiti agevolati dal momento che le condizioni per richiederli e i tassi di interesse sono particolarmente comodi e agevolati. In particolare, i tassi di interesse applicati a questi finanziamenti sono notevolmente ridotti rispetto a quelli applicati ad altre tipologie di prestiti simili, anche rispetto a quelli destinati ai lavoratori dipendenti pubblici o privati.

Sono delle soluzioni di credito a tasso agevolato che sono rivolte a coloro che sono iscritti alla Gestione dipendenti pubblici. Questi tipi di prestiti sono gestiti direttamente dal Fondo di credito Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Di solito si possono richiedere e vengono erogati sia direttamente dall’INPS, ma anche da banche e istituti di credito convenzionati con l’ex INPDAP.

Caratteristiche e dettagli

I prestiti agevolati per pensionati INPS sono dei prestiti che offrono delle soluzioni di credito a tasso particolarmente agevolato per tutti i pensionati. Sono numerose le categorie di prestiti che oggi si possono trovare sul mercato economico. Da una parte troviamo i piccoli prestiti INPDAP e dall’altra i prestiti di tipo pluriennale. Di solito, i piccoli prestiti Inps sono quelli che permettono di erogare delle somme di denaro abbastanza contenute e ridotte. Allo stesso tempo, anche i tempi di rimborso di questo finanziamento sono abbastanza brevi. Di solito, il piano di ammortamento di questi prestiti va da 1 a 4 anni al massimo.

Per accedere a questo tipo di forma di credito, è necessario essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, oppure essere ex dipendenti di Poste Italiane. I pensionati che hanno la necessità di richiedere dei prestiti che permettono di erogare degli importi maggiori possono richiedere i prestiti pluriennali INPS. Sono dei finanziamenti pensati appositamente per chi ha delle specifiche necessità, sia personali che familiari, oppure per chi ha la necessità di disporre di denaro extra in poco tempo.

Sono dei prestiti abbastanza simili a quelli con cessione del quinto. La garanzia infatti è stabilita direttamente dall’ente previdenziale del pensionato. I prestiti per pensionati INPS pluriennali si possono dividere tra quelli diretti e quelli indiretti. I prestiti pluriennali diretti prevedono un rimborso attraverso un accredito diretto sulla pensione del pensionato. Al contrario, quelli indiretti vengono erogati da banche e finanziarie convenzionate con l’ente previdenziale.

Requisiti necessari

Oggi tutti i dipendenti e i pensionati del settore pubblico hanno la possibilità di richiedere un piccolo prestito ex INPDAP, se possiedono determinati requisiti. Va detto che i pensionati devono:

  • essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali
  • possedere un contratto a tempo indeterminato con almeno 4 anni di anzianità di servizio maturata, oltre a 4 anni di versamento di contributi
  • coloro che possiedono invece un contratto di lavoro a tempo determinato, non deve essere inferiore ai 3 anni. Anche coloro che hanno un contratto di lavoro a tempo determinato hanno comunque la possibilità di richiedere un piccolo prestito. Tuttavia, il rimborso deve avvenire entro la scadenza del contratto di lavoro che possiedono
  • coloro che hanno un contratto di lavoro a tempo determinato hanno l’obbligo di cedere il TFR da utilizzare come garanzia per ottenere il finanziamento richiesto
  • in caso di coniugi iscritti entrambi alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, entrambi devono richiedere l’accesso al prestito attraverso la compilazione di domande differenti. Possono fare richiesta per lo stesso tipo di finanziamento anche nello stesso periodo di validità. In questa circostanza, la somma totale che può essere concessa ai due coniugi non potrà però essere superiore alla spesa totale. Ci sono infatti dei limiti massimi di importo che è possibile erogare e che spesso sono accettati all’interno del regolamento di concessione del prestito.

Come trovare le migliori offerte per te

È molto importante andare alla ricerca delle migliori soluzioni per quanto riguarda i prestiti agevolati per pensionati INPS. Essendo dei finanziamenti agevolati, sicuramente le condizioni per ottenerli sono molto comode e flessibili, oltre che facilmente accessibili. Allo stesso tempo, però, ci sono anche altri aspetti da considerare. Tra questi, in particolare quelli relativi ad esempio ai tassi di interesse applicati. I tassi di interesse rappresentano la quota degli interessi che la banca o l’ente che eroga il finanziamento trattiene per far fronte a tutte le spese di gestione di pratica del finanziamento.

Le soluzioni dei prestiti agevolati per pensionati INPS possono differire tra di loro anche per quanto riguarda gli importi che si possono richiedere. Questi importi possono essere più o meno elevati a seconda dei casi. Le agevolazioni su questi tipi di finanziamenti sono previste in egual modo sia sui prestiti che permettono di erogare degli importi elevati, sia sui prestiti che erogano invece importi più contenuti e ridotti.

Sono molti i pensionati che oggi scelgono di richiedere dei prestiti agevolati INPS anche direttamente on-line, attraverso la compilazione di un’apposita domanda on-line. C’è da dire allo stesso tempo che è possibile richiedere dei preventivi di spesa. Grazie a questi documenti, ogni pensionato avrà la possibilità di determinare qual è il costo complessivo del finanziamento che intende richiedere.