Prestiti a pensionati Credem: migliori offerte e preventivi di Dicembre 2022

Quando si parla di prestiti a pensionati, non possiamo non citare quello Credem. Soprattutto di questi tempi, visto che si parla molto di prestiti che vengono concessi ai dipendenti e ai lavoratori autonomi, ma soprattutto ai pensionati che sono i soli a riuscire a garantire un pagamento delle rate, e che quindi possono accedere al credito al consumo.

Non importa quali siano i progetti, che siano per la casa o per un familiare o per un viaggio, per ogni cosa Credem offre prestiti INPS per pensionati fino all’età di 90 anni.

La soluzione Inps prestito Credem è quella che consente al pensionato stesso di riuscire ad ottenere, attraverso l’istituto bancario Credem, un prestito personale in forma di cessione del quinto.
Quindi, le rate saranno pagate alla banca direttamente dall’INPS, andando a scalarle mensilmente e automaticamente dalla pensione.

Cessione del quinto Credem

Con la soluzione cessione del quinto Credem per i pensionati si prevede che:

  • ogni rata è di massimo un quinto della pensione mensile;
  • le rate di rimborso del prestito sono detratte direttamente e mensilmente dalla pensione;
  • ci sono tassi TAN e TAEG trasparenti e chiari;
  • il limite anagrafico per l’INPS è 90 anni alla scadenza.

Per cui, questosignifica che l’ultima rata del prestito deve essere saldata entro l’anno in cui si compiono 90 anni. Perciò, se si il pensionato dovesse avere 80 anni allora potrà richiedere un prestito che abbia durata di 10 anni, se ne dovesse avere 85 anni la durata massima sarà di 5 anni (quindi in 60 rate).

Tenete conto che, lo stesso finanziamento, non ha però un tetto massimo stabilito, ma dipende da:

  • l’ammontare della pensione;
  • dalla durata del prestito (massimo 10 anni);
  • dall’età.

Prestiti pensionati fino a 90 anni

I pensionati hanno la possibilità di riuscire ad accedere a molteplici finanziamenti, grazie all’ente previdenziale INPS.
Questi li finanzia coi propri fondi (nel caso che si tratti di pensionati iscritti al Fondo Credito), o facendo come intermediario tra il pensionato e l’istituto bancario a cui si affidano.
Infatti tra i vari prestiti ai pensionati fino a 90 anni che sono gestiti dall’INPS rientrano:

  • Piccolo prestito: qui si possono richiedere da 1 a 4 mensilità nette di pensione (ovvero delle piccole somme) da restituire in rate che vanno tra 12 e 48 mesi.
    Altrimenti, se dovesse necessitare di somme maggiori potreste richiedere anche 2 mensilità di pensione per ogni anno, fino ad arrivare ad un massimo di 8 mensilità da dare in 48 rate fisse. Il rimborso viene detratto in modo automatico dalla pensione, sulla base delle mensilità che sono state scelte;
  • Prestiti pluriennali: sono prestiti finalizzati, qui la spesa da affrontare deve essere attestata. Si può fare richiesta del finanziamento di durata quinquennale, che deve essere reso in 60 rate mensili, altrimenti il finanziamento di durata decennale da restituire in 120 rate mensili;
  • Cessione del quinto con INPS intermediario.

Inoltre, ogni tipologia di istituto di credito o banca sul territorio italiano offre tantissimi prestiti personali pensati ad hoc per i pensionati. Potete sempre richiedere un preventivo gratuito.

Cessione del quinto fino a 90 anni

Sicuramente quella che risulta essere come una delle soluzioni più versatili per qualsiasi tipologia di pensionato, è quella che riguarda la Cessione del quinto fino a 90 anni. Si tratta di un finanziamento che si può erogare in presenza di poche garanzie:

  • essere titolari della pensione ;
  • rispettare i requisiti anagrafici richiesti.

La cessione del quinto ha i seguenti vantaggi:

  • durata massima del finanziamento di 10 anni e minimo di 24 mesi;
  • ogni rata mensile ammonta a massimo un quinto della pensione;
  • la rata è detratta automaticamente dalla pensione;
  • assicurazione vita obbligatoria che va sottoscritta con il contratto.

Per cui, la soluzione cessione del quinto deve essere richiesta in banca facendo riferimento ad un qualsiasi ente di credito.