Prestiti personali senza busta paga nè garante: migliori offerte e preventivi di Ottobre 2021

Indice dei contenuti

In questa guida andremo ad analizzare che cosa sono i prestiti senza busta paga online. Si tratta di una tipologia di finanziamento che è concessa dalla banca a chi, anche se non risulta avere busta paga o reddito, ha bisogno di una determinata cifra. Si tratta solitamente di prestiti a disoccupati.

Quando ci si trova nel momento in cui ci si vuole rivolgere ad una finanziaria online, in modo da poter ottenere un prestito o finanziamento è importante che si presentino i documenti specifici. Tra questi documenti vi è la busta paga.

Difatti, la finanziaria online erogatrice della somma deve dare la garanzia che il richiedente possa restituire la cifra che è stata richiesta. Per questo motivo risulta difficile che vengano successivamente concessi prestiti a chi non ha un contratto di lavoro o reddito.

Discorso diverso se si presenta la figura del garante. A differenza di quelli che sono i prestiti veloci senza garanzie, tramite l’erogazione di importi medio alti invece, si potranno acquistare immobili, ma anche fare piccoli e grandi restauri. Per capire come fare per richiedere prestiti senza busta paga e anche senza garanzie reddituali, con partita Iva e altri casi particolari dovremo leggere questa guida.

Prestiti senza busta paga: chi può fare richiesta online?

I soggetti che hanno la possibilità di fare la richiesta di prestiti senza busta paga online, quindi che non hanno un contratto di lavoro sono:

  • le casalinghe e i casalinghi;
  • I disoccupati;
  • gli studenti;
  • i lavoratori irregolari;
  • i giovani imprenditori e i lavoratori autonomi;
  • i lavoratori dipendenti che hanno un finanziamento in corso.

Quando non c’è sussiste presenza della busta paga diventano necessarie altre garanzie, questo soprattutto nel caso in cui il prestito che è richiesto sia di piccola entità.

Perché ci sono questi finanziamenti senza garanzie

Purtroppo viviamo in un ennesimo anno di crisi, dove la situazione lavorativa di tutti i lavoratori, principalmente i giovani sotto i 35 anni è critica, il precariato e la disoccupazione sono colmi. Difatti, questi finanziamenti sono difficili da poter ottenere ed anche il QE che viene lanciato al fine di facilitare i prestiti rimane in gran parte nei circuiti finanziari.

Il garante del finanziamento

Una delle garanzie che viene più utilizzate è la figura del garante (fidejussione). Ma non tutti hanno questa figura e quindi questa possibilità. Per cui quale è la valida alternativa se non si ha una figura garante? Basta andare su internet, dove il prestito senza busta paga online è conveniente, ma dovete fare attenzione alle condizioni che sicuramente possono essere onerose.

Immobile di proprietà

Gli immobili di proprietà possono essere case, appartamenti, terreni o box di proprietà di chi risulta essere il richiedente. Le banche possono dare il finanziamento senza busta paga e senza garante però su ipoteca dell’immobile a forma di garanzia. Chiaro che si deve essere sicuri al 100% di poter rimborsare il proprio debito, dato che sennò si rischia di ritrovarsi senza l’immobile ipotecato.

Canone d’affitto

Se si percepisce un canone di locazione per un appartamento o casa che si ha in affitto, la banca potrà utilizzare questa nostra entrata come forma di garanzia. Quindi potrebbe valutare se l’affitto che viene percepito possa essere della durata e della consistenza che risultano adatte ad erogare il finanziamento richiesto.

Beni mobili di valore

In questa categoria ci sono i beni quali gioielli, quadri, libri, titoli e tutti gli oggetti di valore che sono di nostra proprietà. In tal caso gli istituti creditizi valutano il valore degli oggetti per poter far fronte alla garanzia per erogare il prestito.

Come fare nel caso non si possano esibire garanzie o garante per il prestito?

Il solo modo per ottenere un finanziamento personale senza che vi sia garante e senza garanzie è di poter dimostrare all’istituto di credito un reddito, che sia anche a nero, che possa avere funzione di garanzia. Difficile in tal caso ottenere il credito, ma non è  impossibile.

Incentivi dello Stato o lo Stato come garante

Esiste anche la possibilità di ricorrere agli incentivi statali. Per alcuni tipi di finanziamento alle start-up, potrebbe essere proprio lo Stato a fungere da garante. Questo perché può offrire una serie di agevolazioni, soprattutto in forma di contributi e sovvenzioni che sono a fondo perduto per tutti i soggetti che hanno intenzione di intraprendere una nuova attività produttiva, come appunto le start-up.

I Prestiti Cambializzati

Un metodo che risulta diffuso, che potrebbe diventare un’alternativa, è il finanziamento tramite cambiali, cioè i prestiti cambializzati. E’ veloce si può richiedere online, ma è totalmente oneroso, quindi dovete stare molto ben attenti a quando vi informate. E’ da ritenere come ultima scelta. Inoltre, le cambiali possono essere mandate direttamente a domicilio per poter velocizzare l’operazione e poter concludere il più rapidamente possibile l’erogazione del credito.

Tasso d’interesse

Il rischio di insolvenza per l’istituto che finanzia i prestiti senza la busta paga è più alto rispetto a tutte le altre tipologie. Di conseguenza il tasso d’interesse che verrà richiesto risulterà essere maggiore. Per cui si deve fare attenzione al TAN e TAEG per quanto riguarda le proposte che vi faranno. Questa tipo di prestito è quello che rientra nella categoria di tutti i “prestiti flessibili” che vengono studiati per poter essere erogati a coloro che non dispongono di adeguate garanzie nel momento della stipula del contratto.

In conclusione

Nel caso di inadempienza in automatico avviene l’iscrizione nel registro dei cattivi pagatori. Il prestito, perciò, nel caso di assenza di busta paga e garante diventa impossibile da poter ottenere. A meno che non si provi con le cambiali.

Per cui, avere un buon curriculum creditizio è necessario. In questo modo, in assenza di busta paga e garante, c’è sempre la possibilità di poter pagare le rate con firma di cambiali.

Per chi è lavoratore autonomo con partite IVA, o le società Snc e Sas occorre doversi presentare con le dichiarazioni dei redditi degli ultimi anni.

Se invece avete intenzione di richiedere un prestito personale, ma non avete lo stipendio e siete anche senza garante sappiate che anche le banche e le finanziare hanno dovuto adeguarsi ai tempi ed ai cambiamenti del mercato, andando incontro al cliente che ha bisogno della somma.