Prestiti personali cud: migliori offerte e preventivi di Dicembre 2022

Indice dei contenuti

Nel momento in cui si va a fare la richiesta dei prestiti personali con CUD si attua l’opzione con cui si va a presentare richiesta per chiunque non fa parte della categoria dei lavoratori dipendenti che hanno un contratto a tempo indeterminato.
Quindi, al posto delle ultime due buste paga hanno la possibilità di allegare alla domanda di finanziamento la sola certificazione di reddito, in aggiunta anche al loro codice fiscale e al documento di identità, per far fare una corretta valutazione della banca.

Quindi, possiamo dire che tutti i prestiti personali con CUD sono aperti a liberi professionisti e lavoratori autonomi. Se sono in possesso di un buon livello di reddito potranno anche evitare di ricorrere a delle ulteriori garanzie, questo al fine di ottenere il sospirato via libera all’erogazione. Adesso vediamo come si caratterizzano i prestiti con CUD.

Che cosa è il CUD

Prima di parlare meglio di questi prestiti, dobbiamo dire che cosa è il documento di attestazione del reddito, ovvero il CUD. Si tratta del documento ufficiale che certifica i redditi percepiti da parte di un lavoratore dipendente, pensionato o dal lavoratore autonomo durante l’anno fiscale che viene preso in considerazione.

Questo è un modello che viene consegnato da tutti i datori di lavoro, sostituti di imposta, enti pensionistici e dai vari committenti di lavoro al lavoratore o pensionato in modo che riesca a compilare la propria dichiarazione dei redditi.

Di solito, tutti gli istituti di credito e le società finanziarie preferiscono la presenza delle ultime due buste paga al fine di erogare un finanziamento. Anche se è probabile che in caso di soggetti che non sono lavoratori dipendenti potrebbe valere anche il modello Unico o appunto il CUD, esso rientra in quelli che si definiscono prestiti senza busta paga.

Prestiti personali con CUD e in assenza di busta paga

Se si riassume tutto, per quanto riguarda i lavoratori autonomi e i liberi professionisti è possibile fare richiesta dei prestiti personali con CUD o con il modello Unico da presentare a garanzia in sostituzione delle buste paga.

Basta che il reddito che viene percepito sia sufficiente a poter fungere da garanzia per la cifra richiesta. In questo modo è possibile che un istituto di credito o la società finanziaria trovi poco valida questa sola certificazione, e quindi vada a richiedere ulteriori garanzie.

I prestiti con CUD sono convenienti?

I prestiti personali che non prevedono busta paga non è detto che siano convenienti, ma non è semplice dare una risposta univoca a questa domanda, dato che a pesare è anche il livello di reddito e l’affidabilità pregressa del soggetto.

Ad esempio, per avere un prestito personale con CUD, come per ogni altro finanziamento, quello che lo rende allettante e conveniente per chi ne beneficia è proprio il tasso di interesse applicato.

Il tasso di interesse, assieme a tutti gli altri costi connessi al prestito non dovrà risultare troppo oneroso. Di solito, nel momento in cui è più elevato il profilo di rischio per la banca, ne vanno a risentire maggiormente tutte le voci di costo che andranno ad impattare sulla stessa convenienza di un finanziamento.

Ciò significa che se il cliente ha un livello di reddito sostenibile per la cifra che è stata richiesta, se ha un passato senza essere segnalato come cattivo pagatore allora troverà offerte convenienti di prestiti personali con CUD.

Per i cattivi pagatori basta il CUD?

Discorso diverso per quanto riguarda tutti i protestati e cattivi pagatori, i quali, dato che hanno avuto un pregresso da segnalati negli archivi consultati dalle finanziarie, potranno provare a fare richiesta di un finanziamento con l’istituto della fideiussione.

Si tratta di un soggetto terzo che faccia da garante, il quale, oltre a dover avere un reddito certo e dimostrabile, non deve essere mai stato segnalato come cattivo pagatore in Crif.

I soli prestiti che vengono dati ai cattivi pagatori sono con la cessione del quinto, o dando in garanzia il proprio TFR, cioè il trattamento di fine rapporto, in quanto c’è una trattenuta diretta per la rata del rimborso.
Ma, vista la natura della cessione del quinto, essa può essere richiesta solo da pensionati e lavoratori dipendenti, quindi chi prova a richiedere prestiti personali con il  solo CUD a documento di reddito non vedrà esito positivo a questa formula di finanziamento.

Che cosa è la fideiussione e come funziona?

Come abbiamo detto poco sopra, se non vi è la busta paga, la sola garanzia non è più costituita dalle entrate fisse dello stipendio, ma dal solo CUD, motivo per cui servono delle altre garanzie alternative che si possano presentare alla banca per poter ottenere un finanziamento.

In questi casi si deve ricorrere alla fideiussione, dove entra in gioco un soggetto terzo come garante che deve farsi carico del finanziamento, andando a sostituire il debitore principale se dovesse saltare il pagamento delle rate.

Per poter avere il via libera ac un prestito con fideiussione è necessario che questo garante terzo risulti con una impeccabile affidabilità creditizia, non deve avere alcuna segnalazione alle banche dati come cattivo pagatore. Al contempo deve avere un redditto sufficiente e sostenibile per tutta la somma richiesta. Questo perché, nel caso di mancato pagamento delle rate di rimborso, la banca può rivalersi sul garante.

In conclusione

Nel caso in cui non si abbia un garante, allora, in questo caso esistono due soluzioni.
Quella che risulta essere più scelta è il prestito cambializzato, che prevede proprio il pagamento di alcune cambiali al posto delle rate di ammortamento.

Le caratteristiche principali sono:

  • una durata che varia dai 6 ai 60 mesi;
  • la firma singola senza garanti;
  • vedersi erogato in pochi giorni con il bonifico bancario o assegno circolare.
Per chi non ha intenzione di sottoscrivere cambiali può ricorrere ai prestiti tra privati via web. Basta fare uso di piattaforme autorizzate che funzionano come punto di incontro tra persone, che mettono a disposizione il loro capitale per ottenere in cambio degli interessi da parte delle rate mensili pagate dal beneficiario del prestito.
Sicuramente si tratta di una soluzione di finanziamento molto scelta in questi ultimi anni grazie al forte sviluppo e per la diffusione dei nuovi mezzi di comunicazione digitale.