Prestiti per pensionati fino a 90 anni: migliori offerte e preventivi di Settembre 2022

Indice dei contenuti

Se vuoi scoprire quali sono i migliori prestiti per pensionati fino a 90 anni, sei nel posto giusto. In questa guida ti spiegheremo quali sono tutte le migliori soluzioni di prestito per chi è un po’ più avanti con l’età e spesso vede rifiutarsi altre forme di credito.

Introduzione

Nei giorni d’oggi è sempre più in crescita la domanda di prestiti per pensionati fino a 90 anni. Le maggiori soluzioni di finanziamento, tendono infatti a non erogare dei prestiti quando si raggiunge un’età così avanzata. Questo accade perché per le banche è un rischio concedere un credito ad una persona anziana. Magari perché le condizioni di salute non consentirebbero la corretta copertura di tutto l’importo del prestito.

Quando le società finanziarie concedono dei prestiti, già sanno quale età avrà il pensionato beneficiario al termine del piano di rimborso. Proprio per tale motivo molte soluzioni di prestito non vanno oltre i 70 o 75 anni di età. Il tutto dipenderà sempre dal piano di ammortamento e dalla durata, ma la maggior parte dei prestiti per pensionati ha una durata minima di 2 anni e una massima di 10 anni.

Inoltre occorre precisare che ormai i pensionati sono tra le categorie di persone che maggiormente richiedono dei prestiti. Questo perché le fasce della popolazione con età che va dai 30 ai 50 anni, spesso si vedono rifiutare i finanziamenti per via della mancanza di alcuni requisiti fondamentali per poter ottenere dei crediti. Infatti si può dire che nel periodo di crisi economica e di crisi del lavoro degli ultimi decenni, gli unici ad avere un reddito stabile e degli immobili di proprietà, sono proprio i pensionati. E allora scopriamo quali sono i migliori prestiti per pensionati fino a 90 anni.

Come calcolare l’età nei prestiti

Quando si parla di età limite nei prestiti molte persone si sbagliano nel calcolare gli anni che bisogna avere all’inizio del finanziamento e quelli che occorre avere al termine. Infatti, quando nel regolamento di un finanziamento si indica un’età massima da poter avere per ottenere il credito, si intende l’età che bisogna avere al termine del piano di rimborso. Questo significa che al pagamento dell’ultima rata, il beneficiario del prestito dovrà avere l’età massima stabilita dal regolamento.

Quando si indica che un prestito è riservato a persone che abbiano massimo 90 anni significa che queste al momento della richiesta, come di una cessione del quinto, dovranno avere massimo 88 anni. Infatti di solito il piano di ammortamento per un prestito con cessione del quinto della pensione ha una durata di 2 anni.

Prestiti con cessione del quinto per pensionati fino a 90 anni

La cessione del quinto è di solito uno dei migliori prestiti per pensionati, ma per chi ha fino a 90 anni potrebbero esserci dei limiti. La cessione del quinto è una soluzione di credito che prevede una trattenuta automatica dalla pensione del beneficiario come pagamento delle rate. La trattenuta dell’importo relativo alle mensilità verrà fatta direttamente dall’istituto previdenziale. Si tratta di uno dei prestiti migliori perché dà molte garanzie alle banche dal momento che è impossibile che un beneficiario non rimborsi le rate.

Hanno una durata di finanziamento che va dai 2 anni ai 10 anni. Perciò i pensionati potranno richiedere questi prestiti a partire da un’età pari a 82-88 anni. In linea generale, però, la cessione del quinto viene erogata a pensionati con un’età massima di 75 anni. Sono poche le banche che offrono questa soluzione fino ai 90 anni.

Un altro svantaggio è che la cessione del quinto per i pensionati fino a 90 anni è uno dei prestiti con maggiori tasse. Infatti gli interessi applicati alle rate sono più alti come anche il costo della polizza assicurativa sulla vita che andrà sottoscritta obbligatoriamente. Bisognerà poi aggiungere anche le spese di istruttoria e le spese di intermediazione.

Microcrediti, piccoli prestiti e prestiti pluriennali

Sono molte altre allora le strade percorribili per ottenere dei prestiti per pensionati fino a 90 anni. Il primo che vogliamo consigliarvi è il microcredito. Viene indicato come un tipo di credito che consente di accedere ad un prestito anche a coloro che vivono in forti condizioni di disagio economico. È una sorta di credito di piccolo ammortamento finalizzato sia all’avvio di un’attività di tipo imprenditoriale che per fronteggiare delle spese emergenziali.  Sono molto simili ai prestiti d’onore e possono essere anche delle spese a sostegno durante gli studi universitari.

I piccoli prestiti Inps invece sono delle soluzioni per chi desidera richiedere degli importi molto bassi. Hanno un piano di finanziamento che va dai 12 mesi ai 48 mesi, pertanto sono indicati anche a chi ha 90 anni. Ma sono riservati ai pensionati iscritti nella Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie sociali. Sono dei crediti finalizzati per soddisfare dei bisogni di liquidità improvvisi da parte dei richiedenti.

I prestiti pluriennali Inpdap sono invece delle soluzioni di credito con piani finanziari che vanno dai 5 ai 10 anni di durata. Sono prestiti garantiti, quindi si potranno richiedere presso delle strutture convenzionate, e sono prodotti da Inps Inpdap e sono finalizzati.

Come funziona se ci sono altri trattamenti pensionistici in corso

Qualora il pensionato abbia in corso altri trattamenti pensionistici bisogna valutare quale tipo di prestito fare. Infatti con la cessione del quinto ci sono dei limiti per alcune tipologie di pensione, come gli assegni minimi, di invalidità civile ecc.

Nel caso della pensione di invalidità civile infatti bisognerà fare una valutazione dal medico legale che valuterà la condizione di salute effettiva del soggetto che percepisce il sostegno. La cessione del quinto, in questo caso, potrà subire un rifiuto qualora il soggetto abbia delle condizioni molto gravi di salute oppure se ha gravi patologie. Se l’invalidità è più leggera allora si potrà ottenere senza problemi.

Prestiti vitalizi ipotecari per pensionati: cosa sono

Un’ultima soluzione di prestito per pensionati fino a 90 che vogliamo presentarvi sono i prestiti vitalizi ipotecari. Si tratta di soluzioni per cui non sono previsti limiti di età massimi. Anzi, occorre precisare che più il richiedente si trova in un’età avanzata e più avrà una somma alta.

Tuttavia per fare la richiesta bisogna essere proprietari di un immobile di tipo residenziale sul quale la banca pone dei vincoli. Ad esempi non si potrà vendere o affittare l’immobile.