Prestiti per pensionati fino a 85 anni: migliori offerte e preventivi di Settembre 2022

Indice dei contenuti

Se vuoi conoscere i migliori prestiti per pensionati fino a 85 anni, sei nel posto giusto. In questa guida ti segnaleremo tutte le soluzioni di credito che fanno al caso tuo in base all’età anagrafica.

Introduzione

Nei periodi recenti, sono stati sempre di più i pensionati che hanno presentato la richiesta per dei prestiti di varia natura. Infatti, se alcune volte i giovani e gli adulti non riescono ad ottenere dei finanziamenti per la mancanza di alcuni requisiti, sono gli anziani che riescono a farsi accettare il credito, spesso anche come garanti dei familiari.

Infatti se un adulto non riesce ad accedere ad un prestito, magari perché non ha uno stipendio dipendente o non ha un immobile di proprietà, questi possono chiedere ai familiari pensionati da fare da garanti. Infatti gli unici che oggi possono vantare un‘entrata fissa e degli immobili di proprietà sono proprio i pensionati. Con la crisi del lavoro e la crisi economica, rappresentano una delle categorie della popolazione con maggiori possibilità di ottenimento di un finanziamento.

Ma anche i pensionati spesso hanno bisogno di affrontare delle spese urgenti e quindi necessitano di liquidità. Spesso bisogna pagare dei servizi medici o dei beni indispensabili e non si hanno gli importi adeguati per coprirli. Nel mondo finanziario esistono molte soluzioni di prestito adatte ai pensionati. I prestiti per pensionati ci sono anche per chi ha 85 anni. Anzi, occorre precisare che se si ha un’età avanzata si potranno ottenere importi anche più alti. E allora scopriamo i migliori prestiti per pensionati fino a 85 anni.

Prestiti pensionati fino a 85 anni: cessione del quinto

Una delle soluzioni più diffuse per i pensionati sono i prestiti con la cessione del quinto della pensione. Si tratta di una formula di credito che prevede la trattenuta di massimo un quinto dell’assegno previdenziale del beneficiario in qualità di pagamento mensile della rata. Le banche e le finanziarie quindi erogano l’importo e questo poi verrà rimborsato tramite queste trattenute automatiche che verranno fermate direttamente dall’istituto previdenziale. Quindi il beneficiario del prestito non dovrà preoccuparsi quasi di nulla.

Il debitore così non è esposto a rischi, dal momento che sarà difficile dimenticare di pagare la rata visto che è tutto automatizzato. Ogni mese verrà prelevato il 20% della propria pensione per la mensilità.

Ma spesso molte banche fissano delle soglia d’età per ottenere la cessione del quinto. Infatti di solito non si potrà richiedere se si è oltre i 75 anni. Qualora una finanziaria concedesse il prestito con cessione del quinto fino a 85 anni e oltre, occorre sapere che ci sono le differenze.

Se un individuo di 85 anni richiede un prestito con la cessione del quinto dovrà valutare bene i costi maggiorati. Infatti gli interessi accresceranno nella spesa e ad incidere sarà anche la percentuale del TAEG (Tasso Annuale Effettivo Globale).

Microcredito per pensionati fino a 85 anni: cos’è

Un’altra soluzione per i pensionati fino a 85 anni che desiderano avere dei prestiti è data dal microcredito. Si tratta di una soluzione per ottenere degli importi più piccoli. Il microcredito è il prestito ideale per chi non ha una busta paga o per i pensionati che sono avanti con l’età.

Anche gli over 85 potranno così accedere ad una soluzione finanziaria. Il microcredito funziona come il prestito d’onore e si potrà usare per diversi tipi di acquisti.

Prestiti peer-to-peer per pensionati fino a 85 anni: cos’è

I sistemi peer-to-peer sono quei tipi di prestito che avvengono tra privati. Se la pensione del richiedente è più alta della minima fissata dallo Stato, sarà possibile accedere ad una liquidità extra con questa soluzione di prestito.

Sono dei veri e propri prestiti tra persone utilizzando il social lending, una piattaforma dove avvengono i finanziamenti. Vi è un richiedente che chiede il prestito e poi lo ottiene da parte del creditore. Poi dovrà restituirlo in base alle regole stabilite nel contratto a distanza. L’azienda intermediaria gestirà poi l’identità di entrambe le parti.

Prestito vitalizio ipotecario

Un’altra soluzione di prestiti per pensionati fino a 85 anni sono i prestiti ipotecari. Si tratta di crediti concessi solo se l’over 85 ha un immobile di proprietà di tipo residenziale oppure può ricorrere ad un garante.

Per queste soluzioni non sono previsti dei limiti massimi d’età. Durante il periodo di finanziamento non potranno eseguire operazioni sulla casa, come vendite, affitti e lavori di ristrutturazione.

Piccoli prestiti e prestiti pluriennali

Sono anche altre le soluzioni di prestito richiedibili dai pensionati fino a 85 anni. I prestiti pluriennali sono relativi all’Inpdap e hanno dei piani ammortamento che vanno dai 5 anni ai 15 anni di durata. Si tratta di finanziamenti garantiti, il che significa che potranno essere richiesti anche presso delle strutture convenzionate.

I piccoli prestiti Inps invece sono dei finanziamenti che erogano cifre molto basse. Infatti sono l’ideale se non c’è il bisogno di ricevere una liquidità importante. Il piano di ammortamento varia tra un minimo di 12 mesi e un massimo di 48 mesi. Per richiederlo bisogna essere iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie sociali.

Come si calcola il limite di età nei prestiti per pensionati

Per capire al meglio cosa si intende per soglia di età nei prestiti per pensionati bisogna calcolare bene gli anni che si avranno all’inizio del finanziamento e quelli che invece si avranno al termine, e quindi nel momento in cui si paga l’ultima rata dell’importo. Sono molti gli interrogativi dei curiosi su questo settore. E allora, come si calcola l’età nei prestiti per pensionati?

Quando una soluzione di prestito indica nel suo regolamento che l’età massima per ottenerlo, ad esempio, è di 85 anni, significa che bisognerà avere quell’età (e forse qualche mese di più) quando si termina il rimborso. Quindi non bisogna aver compiuto quell’età al momento della richiesta, ma bisogna fare il calcolo dell’età che si avrà quando sarà concluso il rimborso. Per poterlo fare bisognerà valutare al meglio, insieme alla finanziaria, la durata del piano di ammortamento.

Infatti, un prestito per pensionati fino a 85 anni con un piano di rimborso di 10 anni, prevede che la richiesta vada fatta massimo a 75 anni. Di solito i piani di rimborso dei prestiti per pensionati sono molto pochi, circa 2 anni in alcuni casi o 5 anni in altri.