Prestiti pensionati età massima: migliori offerte e preventivi di Ottobre 2021

Indice dei contenuti

Nonostante si possa pensare che i prestiti siano facilmente ottenibili solo entro un certo limite di età, oggi questa supposizione è stata smentita dalla possibilità offerta da molte finanziarie di garantire un prestito personale anche a persone pensionate e che quindi, per questioni logiche, sono più in là con gli anni.

La problematica all’età è chiaramente considerata in funzione della restituzione totale del prestito che, a seconda della somma erogata, potrebbe anche presentare delle tempistiche piuttosto lunghe. Tuttavia, con le giuste coperture assicurative e una scelta congrua delle condizioni contrattuali, oggi è possibile far ottenere prestiti anche a pensionati di 85 anni.

Nella guida che segue, vorremmo esporre in modo sintetico quali sono le principali soluzioni di prestito personale specificatamente pensati per le persone ormai in pensione. 

Prestito personale? Ma di cosa si tratta con esattezza?

Prima di andare a scoprire le singole opportunità offerte sul mercato, dovremmo di certo conoscere più nel dettaglio cosa sia effettivamente un prestito. Così facendo, sarà assai più semplice analizzarne i punti chiave di futuri preventivi offerti.

Il prestito, è un finanziamento concesso per lo più sotto forma di quantità in denaro o liquidità che dir si voglia, che il richiedente si impegna col tempo a restituire in rate mensili. Tali rate, definite sia per durata che per entità di costo, saranno riportate all’interno di un piano di rimborso, il noto Piano di ammortamento. 

il piano di ammortamento è il piano di rimborso dove sono riportati i dettagli inerenti alle modalità di reintegro del capitale concesso.

Ogni contratto di prestito, avrà un piano di ammortamento differente che farà vece alla situazione economico-finanziaria del beneficiario.

Quali categorie ottengono prima un prestito personale?

Banche, istituti di credito o società finanziarie, identificano i potenziali clienti per categorie. Tra quelle che hanno maggiori possibilità di ottenimento di un prestito ci sono:

  • Dipendenti con busta paga.
  • Liberi professionisti con reddito dimostrabile.
  • Pensionati. 
  • Chi possa attestare un guadagno costante mensile.

In poche parole, ciò che viene osservato come elemento essenziale di esito positivo per la domanda di prestito è proprio la credibilità creditizia del cliente. Bisogna però specificare, che non solo queste categorie citate hanno diritto ad ottenere un prestito. Mediante soluzioni alternative, sarà infatti possibile ambire al prestito personale anche senza garanzie. Chi interessato a questo argomento potrà trovare facilmente informazioni sui portali web dedicati.

Come ottenere un prestito personale se si è già in pensione? Ecco quello che devi sapere

Come accennato nel paragrafo introduttivo, oggi sempre più frequentemente vengono concessi prestiti personali anche a persone più in là con gli anni. Questo perché a far da garanzia per il rimborso della somma erogata, è comunque presente la pensione. 

Proprio la pensione, al pari di una comunissima busta paga, fornisce alla società di credito un’ottima garanzia. Il che la rende, a seconda della sua entità, ideale anche per poter richiedere somme considerevoli. Ma vediamo quali potrebbero essere le scelte che un pensionato può fare tra le varie proposte.

1) Cessione del quinto

Richiedere un prestito mediante la cessione del quinto, è forse la modalità più semplice e veloce che un pensionato può valutare per ottenere una certa somma di denaro. Il rimborso avviene in modo diretto da una precisa trattenuta dalla pensione ( come dice il nome stesso, non può superare il 20% del valore netto della pensione mensile). Sulla base dell’entità della pensione, sarà di conseguenza possibile valutare le condizioni e la somma erogabile. Quali sono i requisiti per accedere a questa tipologia di prestito?

  • Essere in possesso di una pensione.
  • Età massima del beneficiario 79. 
  • Pensionati ex Inpdap e Inps. ( ex dipendenti statali o aziende private) 

La durata massima che può avere la cessione del quinto è di 10 anni. Chi usufruirà di questa tipologia di prestito, potrà dilazionare il pagamento delle rate da un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 120. 

Quali sono i documenti necessari da presentare per un prestito con Cessione del quinto?

  • Documento di identità.
  • Codice fiscale.
  • Ultimo cedolino della pensione.
  • Comunicazione di cedibilità dell’Inps.

2) Prestito personale per ex dipendenti pubblici

Questa tipologia di prestiti, che riguarda maggiormente chi ha lavorato da dipendente pubblico o per aziende, è direttamente finanziata dall’Inps. Tali prestiti possono essere anche di piccola entità, restituibili in tempi assai più brevi. Tuttavia i dettagli sarà possibile conoscerli solo sulla base della pensione effettiva. Un grande vantaggio del prestito personale richiedibile con l’Inpdap, è un limite di età assai più ampio dei comuni 75 anni della maggior parte delle finanziarie. Difatti sarà possibile richiedete un prestito fino al compimento dei 90 anni. Considerata la durata del piano di ammortamento, avviare un prestito per giungere al limite massimo di età sarà improrogabilmente da fare all’età di 88 anni.

Esempio di prestiti personali per pensionati

Vediamo insieme qualche breve ipotetico preventivo di un prestito personale concesso pari a 10.000 euro. 

  • Agos = Rata mensile: 192,28 euro; TAN:5,78 euro; TAEG: 6,49 euro.
  • Compass = Rata mensile: 214,10 euro TAN:9,90 euro; TAEG: 11,17 euro.

Conclusioni.

Un ulteriore soluzione sarebbe quella di optare su un prestito vitalizio. Se interessati all’argomento sarà possibile ottenere informazioni utili sui siti delle corrispettive società finanziarie o istituti bancari che offrono tale modalità di prestito.