Prestiti pensionati Enpam: migliori offerte e preventivi di Ottobre 2021

Indice dei contenuti

L‘ambito dei prestiti e dei finanziamenti oggi offre moltissime soluzioni appositamente studiate e pensate per fasce di pubblico mirato. Questo perché, data anche la situazione di crisi economica, le finanziarie e gli enti di credito hanno registrato un tasso più elevato di domande di prestiti personali da numerose categorie di potenziali clienti diversi tra loro.

Il prestito, nella fattispecie, è utile per la realizzazione di progetti o per l’acquisto di beni e servizi vari. Vuoi per il nuovo arredo di casa, per il viaggio dei sogni o per investire sul futuro dei propri figli. Insomma non c’è alcun limite di utilizzo.

Nella guida di oggi, vedremo più da vicino l’offerta di prestiti riservata al personale sanitario ormai in pensione. Sì perché, questa può benissimo considerarsi una vera e propria categoria alla quale sono state pensate diverse soluzioni per l’ottenimento di un prestito personale. Se siete interessati anche voi a questo argomento, non vi resta che proseguire nella lettura!

Enpam? Cos’è con esattezza? Ecco i dettagli da conoscere.

Prima di capire quali sono i prestiti ottenibili mediante l’Enpam, bisogna certo sapere cosa sia quest’ente nello specifico. Enpam è l’acronimo di Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici. Una vera e propria fondazione pubblica assolutamente senza scopro di lucro che ha come finalità quella di concedere sia la previdenza che l’assistenza ai suoi iscritti o familiari di essi. Il modo più comune per accedere a prestiti mediante tale ente, è attraverso la cessione del quinto. Scopriamo quindi in dettaglio le dinamiche.

 ENPAM è L’ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA MEDICI.

Peculiarità rilevanti dei prestiti Enpam. Scopriamoli insieme.

Sicuramente, per gli iscritti all’Enpam, esistono dei reali vantaggi per l’accesso a prestiti personali. Tali vantaggi spesso si identificano in costi convenienti in termini di spese e tempistiche. Ma vediamoli più da vicino.

  • Rata mensile costante e fissa nel tempo.
  • Scelta tra 36 a 120 mesi. 
  • L’importo (essendo mediante cessione del quinto) non potrà mai superare il 20% del netto della pensione percepita al mese. 
  • È un prestito personale. Quindi non finalizzato e che non presenta limiti o vincoli di alcun tipo per la scelte dell’utilizzo del denaro concesso.

Ma quali sono i documenti necessari da presentare per la richiesta del prestito Enpam? Dove fare richiesta?

Come vale per qualsiasi avvio di domanda di prestito, anche in questo caso è imprescindibile presentare la corretta documentazione. Ecco quindi tutto quello che devi avere prima di avviare la richiesta del prestito e i requisiti necessari:

  • Documento di identità in corso di validità.
  • Codice fiscale.
  • Ultimo cedolino della pensione percepita.
  • Ultimo modello del CUD.
  • Età massima 75 anni. 
  • Si può richiedere il prestito anche se in passato si è stati protestati o segnalati come cattivi pagatori. 
  • Non sono necessarie altre garanzie. Come persone terze. 

La domanda di prestito può essere avviata mediante il sito internet Enpam.

Con quale dinamica di erogazione viene concesso il prestito al richiedente?

La liquidità concessa, se la domanda di prestito ha esito positivo, è versabile comunemente in due modi: Tramite bonifico bancario previo rilascio dell’Iban o attraverso assegni circolari. 

Offerte e preventivi attualmente presenti sul mercato. Ecco qualche esempio.

Oggi sono diverse le banche e le finanziarie che sono disposte a concedere un prestito del genere. Alcune delle più note sono presenti nell’elenco che segue:

  • Banca Bnl.
  • IBL banca.
  • Agos Ducato.
  • Banca Popolare di Sondrio.
  • Deutsche Bank.

Prestito con Banca Bnl:

La Banca Bnl che è convenzionata a questa tipologia di prestito Enpam offre una liquidità che oscilla tra un minimo di 5 mila euro ad un massimo di 100 mila euro. Il piano di ammortamento in questione potrà variare dai 36 ai 120 mesi effettivi. Fino ai 60 mesi di rimborso, il tasso è fisso al 6,21%. Mentre se la durata del finanziamento andrà dai 61 ai 120 mesi, il tasso potrà arrivare anche al 7,11%.

Prestito con IBL Banca:

Il prodotto di punta che riguarda il prestito per Enpam è la cosiddetta RataBassotta. I costi li ipotizzeremo sulla base di una somma erogata di prestito pari a circa 20 mila euro con un piano di restituzione di 120 mesi. La rata mensile sarebbe di 228 euro, con un TAN fisso ed il TAEG rispettivamente a 5,90% e al 6,80%. La somma massima ottenibile è di 75 mila euro.

Prestito con Agos Ducato:

Contrariamente alla precedente banca citata, la Agos Ducato offre una somma massima di 80 mila euro. Inoltre, se si è già clienti Agos, esistono interessanti vantaggi. Se si desidera però un importo inferiore, come ad esempio 50 mila euro, le spese di preventivo saranno azzerate. Non sarà necessario presentare documenti di reddito se invece si richiederà un finanziamento di 30 mila euro.

Prestito con Banca Popolare di Sondrio:

L’importo massimo ottenibile mediante la Banca Popolare di Sondrio è di 20 mila euro con una durata del piano di ammortamento pari a 24 fino a 60 mesi.

Prestito con Deutsche Bank:

Per quanto riguarda la Deutsche Bank, permette di ottenere grazie al db Money una somma massima di liquidità pari a 50 mila euro. Il db Money è un prestito di tipo chirografario, ovverossia caratterizzato dalla firma come elemento di garanzia. La durata del piano di rimborso non potrà protrarsi oltre i 60 mesi. Questo vale per somme sufficientemente importanti. Per chi desidera ottenere una liquidità inferiore come ad esempio 30 mila euro, sarà possibile invece accrescere la durata del piano di ammortamento anche fino a 84 mesi complessivi.

Conclusioni e utili consigli.

Abbiamo visto come ottenere un prestito mediante l’ente Enpam risulta pratico e semplice in quanto alla base offre un ottimo livello di garanzia e affidabilità utile per le società di credito affiliate. Tutto starà nel valutare quale sia, in base alla propria condizione finanziaria, quella che potrebbe essere la soluzione più equa in termini di costi e spese. L’entità della pensione, inoltre, sarà pressoché determinante nella scelta delle condizioni del prestito.

Sono poi molti gli enti bancari disposti ad intervenire, quindi ciò si traduce in un ampio ventaglio di scelte a favore del richiedente del prestito che, grazie anche a preventivi su misura, potrà assicurarsi il giusto finanziamento con un piano di rimborso adatto alle sue possibilità. Valutate quindi con cura e non potrete sbagliare di certo!